Pioggia


Pesci, ascendente gemelli. Io.
L’essere non doppi, ma quadrupli. Il sentirsi tirare da un’altra parte. il prendere impegni e poi pentirsi. La voce che dice ma chi me lo fa fare, non vale la pena
ma anche: il non sapere quello che si vuole, fra le cose possibili. E invece sentire vagamente la necessità di qualcosa: d’impossibile?

La sera. E’ un po’ che non mi va di uscire. Quando viene sera ho voglia di andare a casa. Di un posto caldo, accogliente. Ho voglia di intimità, di casa mia, di una tana.
Poi quando sono a casa faccio le cose che devo fare. Un libro. Il Pc acceso. La musica. Mangio di corsa.
Perché di corsa? Non devo andare da nessuna parte, non ho niente da fare d’importante.
Ieri sera ho aperto una bottiglia di vino rosso, buono. Ne ho versato un bicchiere. L’ho bevuto come se fosse cocacola. Ho mangiato una minestra avanzata da domenica, in piedi, ho acceso un bastoncino alla vaniglia. E ora?
Potrei fare altre cose, perché non le faccio?
Potrei scrivere. Potrei uscire. Potrei andare al cinema. Potrei cercare un’amica che mi consoli.

Avevo iniziato una storia. E’ durata più o meno tre settimane, molto diluita peraltro. Mi sento liberato all’idea di averla chiusa. E già avevo tentato due volte.
E dire che all’inizio lei mi piaceva. Ma ogni volta è così. Continuamente.
Lei voleva fare l’amore con me le ultime due volte che ci siamo visti. Non ho voluto. Non sentivo niente. Niente.
Domenica sera dovevamo vederci. Ma dopo dieci minuti che ero uscito da casa, nel traffico, la voce che mi diceva lascia stare ha avuto il sopravvento. Sono tornato a casa: nella tana.

Ci metto poco a ritrarmi, a sentirmi ferito, inadeguato. Ci metto pochissimo.
Una frase detta pur non riferita a me; oppure qualcosa di non detto.

Lei non ha detto mai: si mi va di venire a casa tua. Io glielo avevo accennato qualche volta: mi va di cucinare per te. Mi sono sentito come se lei avesse stabilito che la sua vita fosse migliore della mia, che fossi io a dover andare verso di lei. Lei vive in centro io in una fottuta sperduta periferia. Difficile anche da spiegare dov’è.

Piccoli clausole su cui si contratta la sostanza del rapporto da costruire. Segnali minimali ma significativi.
No. Non lo farò più. Mai più. Non lascerò mai più quello che ho, anche se è poco, niente, per andare verso qualcuno. L’ho fatto: mi hanno lasciato per strada. Ci ho messo tre anni per tornare da me. Non sono migliore peggiore. Tutto quello che ho è dentro di me. Non contratto nulla.

Non importa poi molto, in realtà, se magari il suo non fosse un senso di superiorità, magari era solo anzi timore. Non di me, ma di uscire anche lei dal ventre protettivo della sua tana.
Può darsi. Ma due paure non necessariamente avvicinano, possono anche allontanare.
Per avvicinare deve esserci qualcosa di comune da difendere. Un territorio fisico o ideale. Una cosa da fare insieme.

Io in questo momento non esco dal mio territorio a conquistare spazi. Non sono in fase espansiva. Anzi. Mi sento come se la mia vita si riducesse sempre più attorno me. Il territorio da difendere diventasse sempre più esiguo. Come se dovessi resistere.
Mi rendo conto che posso accogliere. Molto difficilmente andare.
E così, dalla mia lontana periferia, guardo la città che si affolla nei centri commerciali. Il suo rumore mi arriva attutito. Fate pure.
Io sto bene qui. Ai margini. Mentre fuori piove.

E mi risuona in testa "Trial of tears" dei Dream Theater

Still awake
I continue to move along
Cultivating my own nonsense
Welcome to the wasteland
Where you’ll find ashes, nothing but ashes
Still awake
Bringing change, bringing movement,
bringing life
A silent prayer thrown away,
Disappearing in the air
Rising, sinking,
raining deep inside me
Nowhere to turn,
I look for a way back home
It’s raining, raining,
raining deep in heaven

Annunci

6 thoughts on “Pioggia

  1. Sono molte al mondo le persone che ci possono piacere, ma poche temo quelle di cui ci possiamo veramente innamorare. Cominciare una storia oggi è facilissimo se si ha il vantaggio di una bella presenza. Ma sono storie che forse non sono neanche degne di essere chiamate tali: si esce insieme qualche volta, scatta un po’ di attrazione fisica e di simpatia reciproca, si è adulti senza troppe remore, si finisce a letto con estrema facilità e poi……spesso e volentieri tutto finisce lì! Nel momento in cui uno dei due comincia a chiedere qualche cosa di più l’altro scappa oppure la “storia” si esaurisce in maniera naturale…
    Molta gente della nostra età, mi rendo conto, ama questo modo di vivere o almeno così appare. Collezionare storie diventa quasi un hobby, o forse un modo per nascondersi, per auto-gratificarsi senza mai impegnarsi….non saprei! Qualcuno ne trae sicuramente soddisfazione e giovamento, ma non per tutti è così. Forse tu semplicemente senti la vacuità di rapporti con persone che ti piacciono solo superficialmente e non sei disposto ad accontentarti! Sei diviso tra il desiderio di innamorarti di nuovo e la delusione che provi ogni volta che incontri una donna che ti piace sì….ma che non ti fa provare niente di veramente profondo. Allora senti tutta l’inutilità del rapporto e il bisogno di correre a rintanarti in te stesso! A volte, soprattutto in quest’ultimo periodo, provo anche io emozioni analoghe……mi sembra tutto inutile….sono anche io dei pesci! Ma non ho l’ascendente in gemelli! J
    Ti ricordi di quando eravamo ragazzi…..conoscevamo tante persone….le comitive si scioglievano, si modificavano, si allargavano….ci si frequentava tra amici e gli amori nascevano in maniera spontanea giorno dopo giorno…..non c’era l’ansia della ricerca, le paure erano molte di meno o comunque non erano le stesse di adesso, il tempo scorreva più lento, si era più fatalisti e meno cerebrali…..almeno io ero così! Mi mancano quei giorni! Adesso si ha la sensazione del tempo che sfugge dalle mani, si ha fretta e nello stesso tempo le nostre esperienze ci fanno viaggiare tra mille paletti….non ci rilassiamo mai…..in questo, per me, più che nelle rughe, si manifesta tutto il peso dei nostri anni!

  2. Bello ritrovarti qui lory. E belle sono le tue parole. Hai ragione, la fretta e i paletti, il senso del tempo che scivola via e le esperienze passate che fanno intravedere le direzioni degli eventi. Difficili entusiasmi, facili scoramenti. E si hanno le idee meno chiare adesso che da ragazzi, quando tutto era possibile, perché tutto era pieno di potenzialità inespresse. E le ferite non bruciavano appena sfiorate.Un bacio.

  3. sono qui…ora anche se lo sai..sono in piena tempesta..ti ascolto…e in tante frasi che scrivi..manca un sentimento..x farti salire in alto ancora…e sai…nn e’ l’eta che mette insicurezze…ma e’ l entusiasmo che manca…e lo sai…questo nn va cn l eta…ma dal momento che viviamo…un bacio di mille baci…da patty

  4. Eh… hai ragione anche tu, Patty. Ma l’entusiasmo viene dal crederci. E l’età (intesa come esperienza) a volte è un forte antidoto in questo senso, perché da pochi elementi capisci che la cosa non andrà. Allora perdi l’entusiasmo e smetti di impegnarti. Pensi che non valga la pena. E l’età ti mette ansia. Anche se la razionalità ti dice che è assurdo, perché il domani è solo una possibilità, non una certezza.

  5. Sai come succede? Per caso, senza che neanche lo vogliamo realmente. E se nella nostra testa ci sono troppe voce è perchè nel cuore non ce n’è nessuna. Quella del cuore (l’attrazione che ti porta a sentire la necessità di vedersi/sentirsi/toccarsi) è la voce più forte di tutte. E non c’entra la tana, la paura, la fede in un nuovo rapporto…non c’entra. Perchè quella voce lì la vorremmo sentire tutti. Aggiunge un qualcosa in più ad ogni giornata, ci fa venire voglia di aprire porte e finestre come nel primo giornoi di primavera quando il sole torna a splendere…e non sono una sognatrice, mi lecco ancora le ferita, vio ogni giorno in apnea per paura di fare un passo sbagliato e ricadere nel pozzo senza luce che è stato la mia casa per mesi, mesi, mesi…e forse anni! Questa ragazza non è il tuo sole, tu non ascolti le sue parole, le analizzi, le decodifichi e gli dai altri significati. Se lei fosse il sole non ti chiederesti neanche in che modo riesce a riscaldarti. Non è lei, non sei tu. Nessuna ansia si trovare compagnia, nessuna paura di uscire dalla tana, nulla potra fermarti non appena arriverà di nuovo il tempo di…
    L’età non c’entra, il passato non c’entra, l’esperienza non c’entra…ci sono persone che a 60 anni si innamorano come adolescenti. e ci sono adolescenti che non proveranno mai la bellezza di un primo amore puro, pulito unico, perchè adesso corrono troppo, invece quando eravamo giovani noi ancora alle favole ci credevamo. L’esperienza è un valore aggiunto: la prossima volta che ti perderai dentro agli occhi di qualcuno scoprirai che è come la prima volta ma con un sapore molto più intenso perchè sai cosa potresti perdere…
    A presto, eli
    PS: ricordo: io predico bene e razzolo male!!! Ho un fifa fottuta di farmi avvicinare da chiunque…ma oggi, stranamente, il sole è tiepido…

  6. E devo dar ragione anche a te. L’ho scritto che sono non doppio, ma quadruplo. 🙂 Che i pensieri dentro di me si tirano da una parte all’altra. Forse non c’è nulla di magico. C’è la fortuna dell’alchimia giusta al momento giusto. E allora non ti chiedi più niente. Vuoi vivere e basta. E magari anche se una voce dentro di te ti dice che anche l’altra volta era così, che non camminavi: volavi; che non pensavi altro che a lei, che solo sentirvi ti riempiva di emozione; che facevi migliaia di chilometri felice all’idea di vederla… e temi che se è finito quello, tutto può finire. Ci riprovi lo stesso. Perché la speranza non te la puoi negare. Finché sei vivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...