è tutto cucito troppo stretto


E il ragazzino non fece altro che
aspettare. Presto qualcuno lo avrebbe aiutato.

La Mamma con lui
si scusava in continuazione. Gli diceva che per anni la gente si
era fatta in quattro per trasformare il mondo in un luogo sicuro
e organizzato. Nessuno si era reso conto di che noia sarebbe
stata. Una volta che il mondo fosse stato suddiviso in
proprietà, sottoposto ai limiti di velocità e piani regolatori e
tassato e irregimentato, una volta che tutti fossero stati
esaminati e registrati e provvisti di un indirizzo e di
documenti. Nessuno aveva lasciato spazio all’avventura, se non
al tipo di avventura che si può comprare. Su un ottovolante. Al
cinema. E anche così, sarebbero sempre state emozioni finte.
Perchè uno lo sa benissimo che alla fine i dinosauri non
mangeranno i bambini. Il pubblico delle proiezioni di prova si è
espresso contro qualsiasi remota possibilità di catastrofe. E
non esistendo la possibilità che si verifichi una catastrofe
vera, un rischio vero, ci è preclusa anche ogni possibilità di
salvezza vera. Ebbrezza vera. Eccitazione vera. Gioia. Scoperta.
Invenzione.

Le leggi che ci
permettono di vivere sicuri sono  le stesse che ci condannano
alla noia. Se non possiamo accedere al caos autentico, non
avremo mai autentica pace. 
Se le cose non hanno la possibilità
di peggiorare, non miglioreranno.

Tutte cose che la Mamma gli
raccontava. Gli diceva: "L’unica frontiera che ci rimane è il
mondo dell’intangibile. Tutto il resto è cucito troppo stretto".

Ingabbiato da troppe leggi.

Per intangibile la Mamma intendeva
Internet, i film, la musica, le storie, l’arte, le voci che
corrono, i programmi per computer, tutto ciò che non è reale. Le
realtà virtuali. Le simulazioni. La cultura. L’irreale è più
potente del reale.

Perchè la realtà non arriva mai al
grado di perfezione cui può spingersi l’immaginazione.

Perchè soltanto ciò che è
intangibile, le idee, i concetti, le convinzioni, le fantasie,
dura. Le pietre si sgretolano. Il legno marcisce.
La gente, beh … la gente muore.

Ma le cose fragili, come un
pensiero, un sogno, una leggenda, durano in eterno.

Se riesci a modificare il modo di
pensare delle persone, diceva. Il modo che hanno di vedere se
stessi. Il modo che hanno di vedere il mondo. Se riesci a fare
questo, allora puoi cambiare il modo in cui vivono. Ed è questa
l’unica cosa duratura che una persona può creare.

Tanto prima o poi, diceva sempre
la Mamma, i ricordi, le storie e  le avventure saranno tutto ciò
che rimarrà di te.

 ("soffocare" – Chuk Palahniuk)

Annunci

7 thoughts on “è tutto cucito troppo stretto

  1. Ciao è un libro ?
    qual’è il titolo ?
    mi piacerebbe leggerlo ….
    mi hai fatto tornare in mente  una frase che mi è rmasta in mente …
    hai visto il film fight club ?
    la frase diceva
    le cose che possiedi alla fine ti posseggono ….
     
    in quella frase ho sentito davvero la senzazione
    di soffocamento !!
     

  2. il titolo è, come scritto sotto, "soffocare"; l’autore è chuk palahniuked è lo stesso che ha scritto "fight club"

  3. Non ho mai stimato Palahniuk, sono sempre molto scettica rispetto a cio’ che legge mio fratello e ultimamente lo ha riscoperto ed ha passato l’estate a leggere…poi non mi dice mai nulla, non mi rende partecipe e allora nulla! Pero’ dopo questo brano credo che per natale almeno due ne faccio fuori..cosa mi consigli oltre per accompagnare Soffocare? 

  4. Fight club è un bel libro.
    Cavie anche. Surreale. A me è piaciuto.
    Invisible monsters in alcuni tratti non è male, ma ho faticato a finirlo.
    La scimmia pensa, la scimmia fa non è male, ma sono racconti, articoli…
    Soffocare mi è piaciuto
     
     

  5. Stima massima per Soffocare.Ma Ninna Nanna? nichilista, visionario, paradossale…eppure molto reale. A me era piaciuto.
     
    "La voce dice: forse non finiamo all’inferno per quello che facciamo. Forse finiamo all’inferno per quello che non facciamo. Per le cose che lasciamo a metà."
     
    besos

  6. "ninna nanna" mi manca… grazie per avermelo ricordatobella quella frase.i libri di palanhiuk sono pieni di frasi come quella. fulminanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...