Il minore dei mali possibili


Da wikileaks apprendiamo che per i funzionari Usa Ahmadinejad è il nuovo Hitler e l’Iran una totale dittatura.

Io mi considero agnostico e considero la democrazia in minore dei mali possibili, intendendo che qualunque alternativa mi pare peggiore, e certo non ho simpatie per un regime fondamentalista.

Tuttavia andare in un paese ad ammazzare i suoi scienziati non mi sembra comunque un’azione da annoverare fra quelle encomiabili. Mi riferisco alla notizia, apparsa sui giornali di oggi dell’attentato a due fisici nucleari iraniani (uno è morto e l’altro si è salvato).

E’ abbastanza evidente che non occorra che wikileaks sveli chissà quali files per intuire che ci sia dietro la mano del Mossad e/o della Cia. Ovviamente smentiranno.

Viene da chiedersi, se questo non è terrorismo, allora cos’è?  E’ giusta questa ingerenza negli affari di un paese sovrano?

Ma per queste domande nella real-politik non c’è spazio.

Nella real-politik probabilmente è meglio far saltare in aria uno scienziato che attaccare con degli aerei un sito industriale e/o militare. E attaccare e radere al suolo il sito industriale e/o militare è meglio di una guerra dichiarata e combattuta. E questa sia comunque meglio con armi tradizionali che con armi nucleari.

E torno quindi alla teoria del minore dei mali possibili.  E non riesco quindi nemmeno ad indignarmi.

Certo che, a pensarci bene, se dietro wikileaks ci fosse Israele ci sarebbe da meravigliarsi molto?

E non lo dico per la coincidenza degli attentati con la divulgazione dei files, ché tutti sapevano nei giorni passati che la divulgazione sarebbe avvenuta fra ieri e oggi, e quindi a far scoppiare quelle bombe nello stesso momento si sapeva che si sarebbe avuto già un bel polverone alzato in cui nascondersi.  Anche se a preparare un attentato di quel tipo, in un paese straniero, su obiettivi probabilmente considerati sensibili e quindi protetti… non è cosa che organizzi in quattro e quattrotto…

dico per il fatto che non è pensabile che codesto Assange sia in grado di accedere a documenti riservati, in quella mole poi, per più volte di seguito e restare, incredibile a dirsi, vivo e vegeto tenendo conferenze in varie parti del mondo.

E chi è questo di fronte al quale tutti i paesi del mondo sono praticamente inermi? Mi sembra ridicolo.

Bisogna farsi qualche domanda:

a) chi ne esce bene

b) chi è abbastanza forte da farlo

c) chi ci guadagna

risposte:

a) su israele non c’è quasi niente di negativo… eppure ce ne sarebbero di cose che dal punto di vista degli Usa potrebbero essere dette;

b) il mossad sicuramente lo è. (ciò non significa necessariamente che sia così, è chiaro)

c) non so, staremo a vedere.

Annunci

2 thoughts on “Il minore dei mali possibili

  1. Teoria interessante, non tanto per Israele (potrebbe essere una coincidenza). Su wikileaks comincio ad avere qualche dubbio anche io: tutto stò clamore per una lunga serie di cose che sapevamo già o comunque eravamo benissimo in grado di intuire da soli? Mah…

  2. per aver toccato l’intero globo nessuno si è scandalizzato più di tanto.
    Il che vuol dire che queste notizie non hanno poi il sapore di segreto o di impronunciabili.

    Se qualcuno avesse le potenzialità e la possibilità di svelare notizie decretate top secret ai massimi livelli, non penso che se ne andrebbe in giro a rilasciare interviste.

    Mi è sembrata più un’operazione di gossip internazionale, dove basta una smentita o uno sbuffo per rimandare tutto al mittente, senza colpo ferire. Basta vedere il nostro premier, che smentisce tutto.. cos’è cambiato? Niente. Così per gli altri.

    Mi sembra più un grosso bluff a livello mondiale per distrarre da qualcosaltro; viviamo un momento molto pesante, la comunità europea sta collassando e se ne rende pian piano conto; gli stati uniti dietro la corea, per quanto mi riguarda, si stanno per imbarcare in qualcosa più grosso anche di loro, e ciò che è importante è che il popolo rimanga distratto. E cosa c’è di meglio del buon vecchio gossip? Metteteci che è a livello internazionale..

    Io penso che le personde di cui sparlano quelle mail sono stesse che ne hanno voluto la divulgazione…
    ma non lo sapremo mai.. come per tutto il resto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...