Nucleare: il governo fa marcia indietro.


“Al fine di acquisire ulteriori evidenze scientifiche mediante il supporto dell’Agenzia per la sicurezza nucleare, sui profili relativi alla sicurezza nucleare, tenendo conto dello sviluppo tecnologico in tale settore e delle decisioni che saranno assunte a livello di Unione Europea, non si procede alla definizione e attuazione del programma di localizzazione, realizzazione ed esercizio nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare”

Questa non è altro che una furbata.

Sanno bene che in questo momento andavano incontro ad una solenne sconfitta ai referendum. Il disastro di Fukushima avrebbe portato la gente alle urne, facendo raggiungere il quorum anche agli altri referendum, quello contro la privatizzazione dell’acqua e quello contro il legittimo impedimento.

I sondaggi davano la maggioranza sconfitta su tutti i fronti (e anche per le amministrative importanti in alcune città non sono rosei). Disinnescando il referendum sul nucleare ottengono due risultati: il primo è annacquare in parte la pulsione partecipativa dell’elettorato, sperando di invalidare anche gli altri per il mancato raggiungimento del quorum, trasformando così la non partecipazione in una loro vittoria.

Il secondo è che potranno sempre riproporre la cosa in tempi migliori.

Sono furbi, i criminali ben insediati al potere…

Annunci

One thought on “Nucleare: il governo fa marcia indietro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...