Il più pulito ha la rogna.


Una volta questa in politica sarebbe stata una frase immediatamente bollata di qualunquismo. Oggi è ben difficilmente difendibile, da chiunque, l’idea che la propria parte sia pulita.

Nella migliore delle ipotesi, parlando con elettori di Pdl-Centro-Pd è che gli altri sono peggio. Che per non far vincere gli altri allora si vota turandosi il naso.

Contro ogni evidenza.

Gli elettori del Pdl accettano anni di mancate promesse, di intere legislature impegnate a elaborare leggi ad personam, di bugie sesquipedali, di laceranti conflitti di interesse nella persona del grande capo e in quelle dei capetti. Gli elettori della Lega si turano il naso e anche gli occhi e la bocca, come le tre scimmiette sovrapposte, ritrovandosi ancora una volta con Berlusconi.  Quello che ha snaturato il loro sogno di indipendenza in una sordida lotta per le poltrone.

Gli elettori del PD vivono nell’incubo di Berlusconi. Sono ventanni che il loro orizzonte politico è chiuso da questa figura che ne opprime le facoltà intellettive, rendendoli incapaci di guardare dentro la propria parte, cosa sia diventato il partito della sinistra. Una consorteria affaristica per nulla distinguibile dall’altra. Totalmente distaccata dal paese reale.

Gli elettori Montiani, una destra schifata da Berlusconi, oppressa dall’egemonia culturale dell’establishment di sinistra.  Masochisticamente convinti che gli italiani siano feccia, pensano che l’europa ci salverà.

Per tutti questi parlo degli elettori della base, ovviamente. Non di quelli che in prima o seconda o terza fila che sia stanno col muso infilato nel greppio. Quelli è chiaro che cerchino di mantenere il più possibile lo status quo. Ma siamo già nell’ambito, non troppo ristretto purtroppo, di quelli che hanno la rogna.

Tutti quelli che in un modo o nell’altro vivono grazie al Sistema. Chi più, chi meno. Siano quelli con lauti stipendi da centinaia di migliaia di euro, quelli disseminati in posti d’oro in cui è possibile rastrellare tangenti, quelli che grazie alle amicizie prendono appalti, quelli inseriti in enti, fondazioni, organismi, strutture sostanzialmente inutili e ridondanti, parchi clientelari per la distribuzione delle briciole, quelli in quella macchina di controllo che sono diventati i sindacati, quelli che girano, ovviamente, intorno e dentro alla politica.

Beh questi è chiaro che facciano quadrato. Per quanto le risorse, o se preferite, il bottino da dividersi diventi sempre più risicato e quindi il loro numero diminuisca, e sempre più gente passi rapidamente nelle schiere dei delusi, degli arrabbiati.

Ma appunto, io non mi riferisco a questi. Bensì a quelli in buona fede. Persone oneste.  Quelli che nonostante tutto continuano a dare il loro voto ai soliti partiti.

Io non riesco a capire.

Per carità, potete fare tutte le critiche che volete, a Grillo, a Ingroia, a Giannino. Potete non votarli sulla base di considerazioni giuste, campate in aria o solo sulla base di antipatia personale. Anche non votare lo capisco.

Ma come fate, perdio, a votare ancora per gli stessi che in tandem ci hanno portato a questo punto?

Ma avete proprio la memoria come la ram dei pc, che quando li spegnete, la sera coricandovi nel letto, si azzera ?

Di quante migliaia di scandali avete letto sui giornali, in televisione, ovunque, che coinvolgevano TUTTI, a qualsiasi livello della gestione della cosa pubblica?

Politici immischiati con la mafia, con la camorra, con la ndrangheta, che hanno distrutto banche, assicurazioni, che hanno rubato a mani basse soldi pubblici.

Ma davvero pensate che il problema fossero uno o due o dieci personaggi che hanno esagerato o hanno avuto la sfortuna di essere stati scoperti Pensate che i sostituti siano meglio?

Non vi rendete conto che l’intero sistema è MARCIO fino al midollo e che non c’è alcuna possibilità di redenzione, di riscatto, votando nuovamente per gli stessi uomini che sono lì da decenni?

Sono corrotti, avidi, assetati di potere, ricattati e ricattabili, hanno più scheletri negli armadi che in un ossario millenario. Vivono una realtà separata fatta di stanze del potere e salotti televisivi. Non sanno nulla della gente e se ne sanno qualcosa fanno politica per dimenticarsene al più presto, passando dall’altra parte.

Il più pulito ha la rogna. Non è qualunquismo. E’ la verità. E se vi fermate un momento a pensare, se uscite dalla logica della politica tifata, come allo stadio, sapete che è la verità.

Non votateli. Mandateli a casa.

Prima che sia troppo tardi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...